sabato 31 dicembre 2011

2011 in una manciata di numeri...

Sole meraviglioso e corsa appesantita dal fango e dalle mangiate festive, ecco il saluto a questo 2011 podistico.

3012 Km - 73.083 metri D+ - 325 ore di corsa.

Questi numeri racchiudono un sacco di belle emozioni, la Lavaredo Ultra Trail, gli allenamenti con Jack e la Gio e un cambiamento di approccio nei confronti dalla corsa, che è diventata compagna e valvola di sfogo delle tensioni derivanti dalla società che ci avvolge nel suo grigiore.

Eccoci pronti al 2012, con ancora tanta strada da percorrere e tanta salita da fare, ancora qualche giorno di relax e poi si ripartirà a darci dentro, a cercare ancora di migliorarsi, non solo cronometricamente.

Buon anno a tutti

lunedì 26 dicembre 2011

Natale ... 3001!

Mattina di Natale, conla Gio sfidiamo ghiaccio ed intemperie e ci mettiamo a correre su per la Croara.

Qualche numero da equilibristi, un bel tratto ancora innevato dalla nevicata di ieri ma illuminato da uno splendido sole ed ecco che arriva il traguardo che pensavo irraggiungibile.. 3000 km annui.

In termini assoluti non sono moltissimi, ma per uno scarsone come me.. sono un bel pò! :) Ho quasi raddoppiato i km dell'anno scorso (1530). E ancora c'è qualche giorno a disposizione :)

Buone feste a tutti!

domenica 18 dicembre 2011

Ahieeeeeeeeeee!

Grande soddisfazione oggi, nelle pianure gelide di Castelmaggiore (-4 alla partenza), sono riuscito a dare una bella limata al mio record sulla mezza e, come previsioni, stare intorno ai 4:25 a chilometro.

Il percorso non era malaccio, anche se correrre su asfalto non fa per me, la campagna è bella, ma se non c'è una montagna od una collina nemmeno all'orizzonte.. beh, non so più cosa guardare.

Allora mi concentro sul gesto atletico della corsa, sul garmin che mi da pulsazioni e velocità .. e mi sento un pò di musica, vedendo scorrere i simpatici cartelli di bordo strada con scritto su il numero dei chilometri già fatti.
Ho percorso la prima metà della gara senza forzare il ritmo, per lasciarmi andare invece negli ultimi 5 km e rotti, percorsi in 21:25. 

Trail tutta la vita comunque, il grigio asfalto non può competere con i terreni pieni di foglie e radici!

Ah, il risultato cronometrico, a me risulta un 1:32:13, vedremo il tempo ufficiale. In ogni caso una bellissima giornata di corsa, coronata anche dalle splendide prestazioni di Jack, Gio e Roberta.

Alla prox :)

mercoledì 14 dicembre 2011

Verso la mezza di Castelmaggiore

Settimana di pseudoscarico questa, con dei lavori mirati a capire quale potrà essere il mio passo nella mezza di domenica.

Dipinta dai miei compari come una gara in territori fantozziani, ricchi di gelo e nebbia, la mezza di Castelmaggiore ci fa scollinare Dicembre, intravedendo le pianure natalizie con tutto il loro folle casino e gli infiniti ed estenuanti impegni mondani.

Come dice anche Dante, le gare su asfalto sono veramente un altro pianeta rispetto al trail. Parti, ti imponi di tenere lo stesso ritmo dall'inizio alla fine e o lo tieni o scoppi miseramente.

Penso di provare a fissare il mio ritmo sui 4:25, almeno per infrangere la barriera psicologica dei 4:30. Se penso che al momento il mio personale in una mezza ufficiale è di 1:50:23.. significherebbe migliorarsi di circa un quarto d'ora... non vorrei strafare, ma i miei angioletti custodi mi dicono che potrei fare anche di meglio (mah)

Anche le "prove in strada" sembrano confermarne la fattibilità, proverò così, ascoltandomi lungo tutto il percorso per capire le reazioni e cercando di arrivare fino in fondo... senza addormentarmi :)

martedì 13 dicembre 2011

Oltre i 100 km!

Era un bel pò che non capitava, dal lontano Aprile, oltrepassare la fatidica linea dei 100 km settimanali.

Qualche uscita in solitaria, qualche uscita con Gio e Jack .. ed ecco che senza eccessivi patemi d'animo ho varcato questa soglia che mi fa sempre un certo effetto.

Le sensazioni sono buone, nessun dolore particolare, un buon ritmo sia in pianura che in salita, anche nelle uscite più lunghe.

C'è da divertirsi, finalmente non trascorro tutto il tempo a "sopravvivere" fino all'arrivo a casa.

Un bell'obiettivo, reso più facile da Mt, dagli amici e dai fantastici posti nei quali ho la possibilità di correre. Ora è tempo di andare avanti, il 2012 sta arrivando... aiutoooooooooooooo :)

sabato 10 dicembre 2011

Sole e appennini

Uscita lunga oggi, per gustarmi una delle ultime giornate primaverili di questo strano dicembre.,

Poco più di 30 km con i sentieri ancora asciutti ed un bel sole presente quasi per tutta l'uscita.

Sono molto contento per le sensazioni, nonostante questa sia stata una settimana bella piena di allenamenti, le gambe andavano bene anche in salita, e riuscivo ad alternare corsa a camminata.

Certo, soddisfazione da poco visti i nemmeno 1000 metri di dislivello .. ma per runners scarsi come il sottoscritto, l'importante è accontentarsi!

Veramente una bellissima uscita.. chissà quando ritornerò a casa con le scarpe rivestite di fango :) Temo manchi poco a quelle belle uscite con i piedi cotti dall'acqua stagnante!

Intanto approfittiamone! Buone corse a tutti!

venerdì 2 dicembre 2011

Progressive e progressivo!

Nella mia vita capita spesso qualcosa di nuovo, al progressive metal è succeduto il progressive rock... ed ora il progressivo!!! :)

Stasera con Jack un bell'allenamento di qualità, il terribile e famigerato progressivo.

10 km a 5' e poi un crescendo ogni successivo chilometro.. 4:45, 4:30, 4:15 e 4. Poi .. un altro chilometro a tutta birra.

Come allenamento da soddisfazione, all'inizio si parla tranquillamente e poi si inizia a fare sul serio, per finire completamente spompati ma carichi e soddisfatti!

Assolutamente consigliato a tutti :)

giovedì 24 novembre 2011

Corsa di cuore

Delle volte non c'è bisogno di nessun obiettivo materiale da raggiungere, ma si corre per impedire che la nebbia offuschi i pensieri più belli.

Ieri mi sono rimesso sulla solita salita di CdB, lasciando perdere ogni velleità prestazionale, ma concentrandomi su me stesso e sulle sensazioni. A parte incontri con istrici e cerbiatti ho recuperato un pò più di serenità.

Mentre la salita segnava i muscoli pensavo ad altre salite da affrontare, ben più ripide. Salite da affrontare in squadra, assieme a persone che hanno plasmato la mia vita e che mi aiutano tutt'ora a viverla.

Ogni esempio o paragone può sembrare inconsistente, ma in questa gara definiscono il percorso giorno dopo giorno, mostrandoci solo una salita per volta.

Essere in squadra però serve ad aiutarsi, a dettare il ritmo quando si è freschi e a rimanere in coda quando non ce la si fa più, per spronarsi l'un l'altro ad andare avanti.

La prima salita sarà dura, forse la più dura mai affrontata, ma credo che spaventi più la sua immagine vista da lontano piuttosto che ogni singolo sasso che la compone.
Bisognerà avere la pazienza di percorrere il lungo piano per arrivarci, cercando di essere pronti a dare il meglio, senza farsi spaventare dalla maestosità dell'impresa.

Dal canto mio, nella mia pochezza, sarò li ad aiutare, ad incoraggiare, a faticare ogni singolo passo assieme alla squadra, memore di quello che ho imparato alla LUT.
Per arrivare in fondo bisogna essere convinti di se stessi e del perchè si sta facendo quello sforzo, il resto sarà dolore e fatica, il prezzo da pagare per godere del panorama una volta arrivati in cima.

Ciò che più mi conforta è la certezza di affiancare una persona che non mi ha mai deluso e non si è mai tirata indietro di fronte a nulla, un Marco Olmo nella coerenza ed un Bruno Brunod nel resistere alle avversità.
Si arriverà in fondo con successo, ma ci si dovrà credere, tutti assieme.

Io ci credo.

sabato 19 novembre 2011

PB sul giro corto

Oggi ho dato una limatina al mio tempo migliore sul giro breve tra i boschi intorno a casa mia, i soliti 11,5 km con 260mt di D+ li ho percorsi in 56:38, dodici secondi meno della miglior prestazione precedente.

Purtroppo il tratto in salita è stato più lento del record precedente, ho fatto qualche decina di metri camminando, perdendo 17 secondi . Tra pianura e discesa ho però recuperato quello svantaggio e messo da parte una manciata di secondi.

In effetti sto snobbando un pò la salita con tutto questo buio, rimango però contento della discesa, dove ho spinto bene, si vede che le ripetute fanno bene :)

giovedì 17 novembre 2011

10.000 metri con la J&J

Cerco disperatamente di scrivere questo resoconto mentre il gatto mi passeggia sulla tastiera :)

Stasera sono riuscito, dopo qualche settimana di imprevisti, ad affrontare con Jack e Gio un bel diecimila tirato al limite (limite del sottoscritto).

La serata si è rivelata subito bella fresca, nonostante il termometro segnasse 7 gradi,  le dita quasi mi si staccavano, evidentemente l'umidità la faceva da padrone.

E' stato tutto bellissimo! Una prima metà passata bene, mi sentivo carico e pimpante.. ed una seconda metà stile via crucis, dove penso di essere riuscito a tenere il ritmo solo grazie alla presenza dei miei due angeli custodi.

Jack davanti, che tirava come una locomotiva e forniva i dettagli in tempo reale della prestazione e la Gio dietro, che mi controllava nel caso volessi prendere qualche deviazione strana per infilarmi in qualche bar a farmi una birra :)

Morale della favola un bel tempo di 41:42 che per me significa quasi due minuti e mezzo di miglioramento. Una bella prestazione che mi da la carica in un periodo piuttosto compresso.

Bene così, domani sarà un altro giorno!

Grazie ancora ragazzi di esistere, senza di voi sarebbe tutto più difficile.

domenica 13 novembre 2011

Rieccomi!

Riprendo a scrivere sul blog dopo una sosta causata da alcuni eveni imprevisti.

Ora, ripresa la routine normale, mando un saluto ai quattro lettori del mio blog.

Gli allenamenti continuano, i ritmi si fanno sempre un pò più veloci e le gambe sentono sempre più il bisogno del massaggiatore.. arriveremo anche a soddisfarle :)

Vediamo se settimana prossima sarà quella buona per tentare un miglioramento sui 10.000 metri, chissà.

 Ora vedo di perfezionare l'iscrizione alla Maratona di Roma, primo evento del 2012 per il sottoscritto!

martedì 25 ottobre 2011

Mezza maratona autogestita

Stasera volevo provare le nuove gliceryn 9, acquistate quest'oggi da Free Run... mi sono messo in testa di fare un'uscita da 21 km.

L'obiettivo era quello di percorrere la distanza sotto i 5 a km... e ho portato a casa il risultato.

Sul percorso che da Castel de' Britti porta fino al Parco dei Cedri a San Lazzaro, ho improvvisato la mia mezza maratona, conclusa nel tempo di 1 ora e 42 minuti... circa 8 minuti sotto il mio pesonale stabilito l'anno scorso alla mezza di Bologna (ufficiale).

La serata era perfetta, fresca ma non fredda e qualche goccia di pioggerellina ogni tanto rinfrescava le gambe. Era un bel pò di tempo che non mi cimentavo in questa tipologia di sforzo, devo dire che ne esco molto contento e molto fiducioso nei miei mezzi.

Ora devo solo capire quale sarà la prossima competizione nella quale testerò i miei limiti!

mercoledì 19 ottobre 2011

Non sono un keniota!

E' finita questa estate allungata, oramai siamo in autunno/inverno. Stamattina sveglia all'alba per recuperare un'uscita sfuggitami di mano ieri sera e .... finalmente una bella batosta!

Eh si, dopo due uscite su tempi per me da record, ecco che stamattina le gambe non giravano, e terminare un ora di corsa con un pò di salita è stata veramente una dura impresa!

Meglio così, perchè la mia testa già si stava facendo dei film allucinanti, mi vedevo già costretto a dover cambiare nazionalità .. e invece :)

Eccomi qui, con le crisi di stanchezza e la voglia di arrivare ugualmente in fondo!
E' stata dura ma mi è piaciuto tornare con i piedi per terra, migliorare sarà difficile, ma siamo comunque qui per provarci! Pur senza essere dei Kenioti.. nemmeno nella testa!!!

lunedì 10 ottobre 2011

Immagini dall'Appennino

In vista del Trail della Luna Piena (altrimenti detto Werewolves Trail) di domani, sabato scorso ho deciso di uscire per una uscita lunga, con tanto di macchina fotografica e tempi larghi.

Non ho esagerato con la salita, il percorso era quasi tutto scorrevole a parte un'ascesa verso metà dell'uscita.

Un sole splendido, che donava una luce magnifica a qualsiasi cosa, e la natura con i colori di inizio autunno hanno fatto il resto, conducendomi per mano attraverso i 30 Km percorsi.

Ecco alcuni ricordi di quella giornata. 

Splendida vista del crinale dalla sommità di Via Vignale. 
  

Come i fotografi veri! La mia ombra proiettata sulla Flaminia Minor.




Alcuni alberi isolati nel mezzo delle colline ... e la foto non rende giustizia al panorama!!

mercoledì 5 ottobre 2011

Ricordi dalla Vena del Gesso

Ecco un bel video introduttivo (anche se datato 2009) e successivamente uno stralcio del 2011, con il sottoscritto in primo piano e dietro il buon Jack... che probabilmente in quella occasione si era un pò appisolato costretto ad una blanda (per lui) andatura a causa mia!


Ed ecco i nostri eroi! :)


martedì 4 ottobre 2011

Spengo tutto per vedere meglio ...


un attimo di buio assoluto e di corsa nel nulla

prima di atterrare nella luce della luna 

e continuare al ritmo del respiro....

lunedì 3 ottobre 2011

La crisi del risotto ....

Fatti i 5000 al parco mi dico... beh, già che ho la sera libera, cerco di allenare un pò il metabolismo lipidico!
Allora mi metto le scarpe più amortizzate (mitiche glycerin!) e riprendo a trottare, allungando il giro lambendo i campi poco illuminati.
Tutto gira bene fino a circa mezz'ora, quando mi viene una fame pazzesca.. pochi secondi dopo attraverso una zona dove vengo assalito da un profumo incredibile di RISOTTO!!!!
Allora mi dico... "proprio adesso? Ma allora mi volete proprio male!" Stringo i denti e cerco di andare avanti.. ma sembra di essere alla mensa della CAMST .. lo stomaco reclama ... e la testa quasi quasi gli va dietro... inizio a sentirmi leggero e vuoto, penso quasi di fermarmi ma poi, fatta la curva, il profumo scompare e, avvicinata la fontana, mi riempio d'acqua così da illudere lo stomaco e da li mi concedo un'altra mezz'ora di corsa.
Mi era capitato di vivere altre crisi, magari in assoluto più pesanti, ma questa è stata veramente una prova di motivazione stile "12 fatiche di asterix".
Tutto sommato, quando sei su una salita disperso tra i monti, raramente trovi qualcuno che sta facendo la griglia o preparando un RISOTTO .. e oltretutto non hai la macchina li comoda comoda a 500 metri.
Anche gli allenamenti più semplici si trasformano in complicati, basta poco, quando si è vicino a casa... questa del RISOTTO la dovevo proprio scrivere, con il senno di poi, mi fa crepare dal ridere :)

Ma sul momento vi assicuro che è stata davvero dura!!!!!!!

PB sui 5000 metri!

Era una vita che non mi cimentavo in questa distanza... il mio personale risaliva all'11/9/2010 in pista.
Stasera invece al "velodromo" Parco Tanara (Via Larga), mi sono migliorato, fermando il cronometro a 20:40, contro il vecchio 21:21 .. quel maiale di sport track mi ha rubato 20 metri e ha fissato una velocità al km di 4:09 (contro quella di 4:08 che invece mi dava il Garmin).
Mooooolto beneeeee :) Tenendo conto che non è proprio piatto ... vale ancora di più!
Sono molto contento!

sabato 1 ottobre 2011

Werewolves Trail - Luna piena a Bologna

Even a man who is pure of heart and says his prayers by night may become a wolf when the wolfbane blooms and the autumn moon is bright 
(Anche l'uomo che ha puro il suo cuore, ed ogni giorno si raccoglie in preghiera, può diventar lupo se fiorisce l'aconito, e la luna piena splende la sera)
-Curt Siodmak-

L'idea inizia a concretizzarsi.
Il fatto di percorrere gli stessi sentieri che calpestano i lupi (come da filmati su youtube del parco dei gessi) mi ha portato a proporre agli amici runners questa idea, un percorso da effettuare in notturna, dove gli scorci paesaggistici si arricchiranno di un fascino particolare, quello della luna piena.

Il percorso è lungo una ventina di chilometri, e si è fatto sentire pesantemente sulle mie gambe nel corso della ricognizione di questa mattina, i dislivelli ci sono, e non sono molto morbidi!







Unico tratto ancora da migliorare la discesa dai calanchi vicino a Settefonti verso Noce di Mercatale, il sentiero che ho percorso attraversa due recinzioni e finisce per dissolversi in prossimità del paese, in una bella quanto complicata discesa veramente "fuori strada".

Per fortuna manca ancora qualche giorno alla prossima luna piena! Nei prossimi giorni seguiranno maggiori informazioni :)

domenica 25 settembre 2011

Trail Vena del Gesso!

Chiamarlo Ecorunning è un pò troppo riduttivo, tenendo conto anche della spruzzata di Skyrace in prossimità della Cima del Sasso Letroso.

Andiamo con ordine, ho avuto la fortuna di condividere la giornata con Jack, dalla sveglia all'alba fino al ritorno alle rispettive case. E' stato molto bello, effettivamente in due il peso di una trasferta + gara, per quanto brevi, si sentono molto di meno.

Arriviamo con un'oretta di anticipo a Borgo Tossignano e ritiriamo il pettorale, è un bel antipioggia taglia L (anche se viene spacciato per M). Dopo un caffè ci avviciniamo alla partenza, dove sento addosso la stessa atmosfera gioiosa dell'anno scorso, che mi tranquillizza un bel pò.

Un pò di riscaldamento e si parte, subito ritmo indiavolato, viaggiamo sotto i 5 a km e ci passano un sacco di persone ... che forse pensano di essere alla Maratona di Berlino (un salutone e un grandissimo "Bravo" a Fede).

Il primo strappo è un bel prato semi-verticale, me lo ricordavo chiaramente dall'anno scorso, e li recuperiamo un pò di posizioni. Senza grossi strappi di ritmo, alternando corsa e camminata, ci sciroppiamo la parte più dura della gara, che ci porta ad arrampicarci come delle capre sulla sommità rocciosa del Sasso Letroso, godendo la vista di uno splendido paesaggio a 360 gradi sulle colline e i calanchi Imolesi.

Dopo una discesina troviamo un'altra bella salita che ci aspetta, anche se di nemmeno 3 km, che ci porta a scollinare definitivamente per planare di nuovo verso il paesino di Borgo Tossignano, dove finalmente faremo riposare le noste giunture affaticate.

Rispetto all'anno scorso sono andato nettamente meglio, circa 12 minuti meno, tenendo conto che il percorso era più lungo quest anno di circa mezzo chilometro. Bisogna contare anche il terreno umido dell'anno scorso, più infido di quello supersecco di quest oggi, ma sono uscito completamente soddisfatto.

Siamo arrivati 69esimi, su circa 180 iscritti (stando alle stime pre gara). Dovrei essere riuscito a figurare nella prima metà della classifica, l'anno scorso, su 125 partecipanti arrivai 85esimo. Vedremo la classifica finale se confermerà quello che sarebbe per me un record. Ho sempre sguazzato nella metà bassa :)

L'organizzazione è stata ineccepibile, il percorso segnato in maniera impeccabile e i ristori (4 + quello all'arrivo) veramente abbondanti. Un grandissimo grazie a tutti quelli che ci hanno supportato nella corsa.

Un grazie particolare a Jack, che ha avuto la pazienza di aspettarmi in salita e la forza di andare come un siluro in discesa (è un IronMan mica per niente). Ora anche tu sei un trailer a tutti gli effetti, benvenuto in questo splendido mondo! Spero tanto di poter condividere con te molte altre imprese e molti altri chilometri (con annessi D+)!

In sintesi, oggi è stata una giornata splendida! :)

martedì 20 settembre 2011

Al galoppo!!!

Extramitico!!!!

3 uscite in 3 giorni e già un sacco di emozioni!

Una bella cottura domenica, ingrassato dalle ferie mi faccio arrostire dall'ultimo sole estivo sul Giro 1 di Cdb. soli 11km.
Ieri un bel giro con Claudio che si sta approcciando alla corsa, apprezzando ancora la bellezza di correre in base al respiro e poi un finale esplosivo con un paio di ripetute da 1200 metri intorno ai 4 (festa grande per me).
Oggi con Giovanna un giro lento ma violento, mi sembrava non finisse mai quella salita... ma estremamente piacevole negli argomenti affrontati, mitica Jo, sei una grandissima! (Complimento che vale doppio) :)
E domani si va in scena ancora.. finale con il botto con Jack ed un gruppetto di gente che mi farà schiattare dal primo Km.. ma è il suo bello.
Oltretutto domani in seconda serata si affronterà una nuova disciplina... ma questa sarà un'altra storia :)

domenica 18 settembre 2011

ECORUNNING VENA DEL GESSO

Calanchi e pareti scoscese, sentieri selvaggi e grotte carsiche, un paesaggio lunare unico in Italia dove passeggiare e correre nel più profondo silenzio.

Così come l'anno scorso ecco che mi sono iscritto pochi minuti fa al trail della vena del gesso.

E' un peccato lasciarsi sfuggire una gara a due passi da casa, quindi... domenica una bella levataccia all'alba per andare a cercare di abbassare il tempo dell'anno scorso :)


In ogni caso la parola d'ordine sarà "divertirsi", mi ricordo un bel clima tra i concorrenti. Spero anche che si protragga questa temperatura "autunnale" in modo da riuscire a correre senza borracce annesse.

Vedremo cosa succederà! :)

sabato 17 settembre 2011

Si riparte!

Passate le ferie ed incamerato qualche chilo in eccesso, ora si riparte.

Il prossimo obiettivo imporante sarà la Maratona di Roma a Marzo dell'anno prossimo, nel frattempo vedrò di migliorare un pò la mia velocità di base seguendo i treni J&J, che hanno (giustamente) deciso di seguire la retta via del trail running.

Oramai le giornate si stanno accorciando e già mi vedo sulle ciclabili e nei parchi a correre al buio e magari sotto la pioggia.. le lunghe escursioni nei boschi torneranno poi a primavera, oramai ci godiamo gli ultimi giorni di bel tempo e di luce fino a tardi.

Sarà un inverno di duro lavoro e, spero, di miglioramenti!!!

lunedì 5 settembre 2011

Quota 2000 Km !!!

Un nuovo traguardo raggiunto nella mia esperienza da runner. I 2000 km annuali.

Grazie alla mancanza di infortuni e alla preparazione per la LUT, il 30 Agosto ho varcato questa importante soglia. Suona imponente anche il dislivello positivo percorso, oltre 54.000 metri. Niente male!
Sono già ben oltre i contatori globali del 2010, per cui direi una grande annata sotto il punto di vista podistico!

Potrei ricordare il paio di Cascadia 5 archiviate a 898 Km percorsi, e ad inizio anno il primo paio di GLycerin 8 con 791 Km, ma preferisco pensare a tutto quello che ho vissuto ed imparato.

Sotto le suole è passato un pò di tutto, la roccia dolomitica della Lavaredo Ultra Trail, la neve della Ronda Ghibellina, i sentieri del Cervino X-Trail, i sentieri argillosi del Parco dei Gessi e le strade lungo il percorso
dell'Idice.

Tante belle esperienze podistiche rese ancora più interessanti da tutte le persone che ho incontrato e che mi hanno aiutato a tirare avanti, km dopo km, passo dopo passo.
Persone importanti che hanno acettato la mia assenza da casa e perone importanti che mi hanno accompagnato lungo percorsi intrisi di sudore e di sforzi.

Non è un post di ringraziamento, ma sono proprio contento di aver trovato nella corsa una dimensione nuova di amicizia, ancora più vera, più umile e nuda di quella che si riesce a percepire nella vita di tutti i giorni.
Spesso le energie arrivano proprio grazie a queste persone, che mi sussurrano nella testa "vai avanti" nei momenti più duri.. quando si sente il peso e l'importanza della parola ULTRA, quando le cose che insegna la corsa vengono trasportate nella vita di tutti i giorni.

Ora l'estate volge al termine e da qui a fine anno non ci sono obiettivi pressanti, ma solo una voglia concreta di migliorarmi, come sempre, per poter riuscire ad inquadrare dei nuovi obiettivi da raggiungere, obiettivi podistici, interiori e di vita.

Andiamo avanti!

mercoledì 31 agosto 2011

Percorso 2 : CdB - Crinale Valle Zena - Grotta del Farneto - Crinale Valle Zena - CdB

Secondo itinerario tra le valli a due passi da Bologna, questa volta un attimo più lungo del precedente, e con una salita in più.

In tutto sono 16.3 km com 540 mt. di D+

Si basa di fatto sull'itinerario già descritto nel percorso 1, con una aggiunta, la variazione la troverete sottolineata nella descrizione seguente.

Descrizione Dettagliata + File Tcx


sabato 27 agosto 2011

UltraTrailduMontBlanc - Magari essere lì ..

.. anche solo a seguire gli atleti in questa splendida gara! Invece niente, un giro nei boschi dell'appennino di quasi 20 km e adesso qui davanti al PC, a leggermi le notizie in tempo reale (in francese) sul sito della manifestazione.
Davanti ovviamente al momento c'è il mostro-kilian, che assieme a Karrera sta facendo il ritmo.

Per ulteriori dati : http://www.ultratrailmb.com , che gara spettaolare, praticamente un vero mondiale del trail.. chissà se un giorno....

Chissà se un giorno faranno vedere anche gare come questa in diretta in TV .. magari su un canale sfigato...

venerdì 12 agosto 2011

Percorso 1 : Castel De' Britti - Crinale Valle Zena - CdB

Terminata la LUT sto iniziando a cambiare un pò i riferimenti nella corsa, cercando di migliorare la velocità trascurando un attimo la resistenza.

Ecco che per fare questo ho iniziato a costruirmi dei percorsi vicino casa sui quali poter utilizzare il cronometro (ed il VirtualPartner del Garmin) in modo da avere dei punti di riferimento precisi in ogni momento.

Il primo giro, da un ora circa è quello che da casa mia (che tutto il mondo conosce) va verso la Val di Zena per poi ritornare verso il semaforo di Castel de Britti, sotto casa, appunto.

Descrizione Dettagliata + File Tcx


martedì 9 agosto 2011

Cervino X-Trail 2011

"Tante visioni differenti della stessa cosa, che ci mostrano come la realtà in fondo sia una e che da soli non riusciremmo mai a coglierla fino in fondo."

Racconto Completo

sabato 23 luglio 2011

Foto Ricordo di Auronzo - Hariken, il gatto dei boschi

Ecco qui una delle foto migliori della trasferta di Auronzo. Hariken alla sua prima uscita in esterno sulle rive del lago di Auronzo modello falco, appollaiato sulla mia spalla.

Da allora si sente a suo agio nel bosco :)

 

ed ecco un partecipante alla LUT dell'anno prossimo mentre studia il percorso :P (intanto si allena correndo per casa e facendo le ripetute in salita sullo schienale del divano)!!!


giovedì 21 luglio 2011

Prossima tappa - Cervino X-Trail


Ecco qui la prossima meta (http://www.cervinoxtrail.com/). 43,1 Km e 2950 Disl. + nella vallata del Cervino.

Sarà la prima uscita dopo la LUT, chissà che effetto mi farà ritrovarmi sotto uno striscione con scritto PARTENZA.

La vallata la conosco già, per averla visitata diverse volte e per averci fatto un Winter Trail nel Marzo 2010 è molto bella, i paesaggi tolgono il fiato e sono molto più morbidi rispetto alle dolomiti.

Vedremo! (Intanto speriamo che la richiesta di iscrizione sia stata accettata).

lunedì 4 luglio 2011

LUT 2011 - La Mia Cronaca

Il viaggio

.. per chi avesse voglia di un riepilogo della mia Lut basta solo armarsi di santa pazienza e cliccare su "LEGGI TUTTO" qui sotto :)

LUT 2011!!!

Terminata con successo!!! E' davvero difficile riassumere questa gara in un post, in giornata scriverò tutto quello che c'è da scrivere .. praticamente sarà il diario di bordo di un lungo viaggio.
In questo post mi limiterò ai dati tecnici.
Sono arrivato 358° con il tempo di 21 ore, 45 minuti e 11 secondi.
Al primo intermedio, Villa Gregoriana intorno a metà percorso (44 km) sono transitato in 8:04:34 in 279a posizione.
Poi la parte più dura, con le gambe che non giravano più come avrebbero dovuto.
Secondo intermedio a Capanna degli alpini (63 km) dove già caviglia e ginocchio non mi permettevano di correre in discesa, 318° in 14:35:46.
Forse sono partito troppo forte.. ma mi sentivo bene.. la seconda parte non me l'aspettavo così dura, pensavo fosse più semplice della prima.. invece.. l'esatto contrario.
Ma sono arrivato in fondo.. alla mia prima ULTRA!!!!!
Ora mi metto a scrivere il romanzo!

venerdì 24 giugno 2011

Brooks Cascadia 6

Ho aspettato di farci un centinaio di Km per capire un pò le sensazioni. Ora posso commentarle, premettendo che ho deciso che le userò alla LUT la prossima settimana.

Eccole qui, me le aspettavo rosse ed invece... mi sono trovato questo grigio con il blu elettrico.. vabbè, nessun problema, ora sono già quasi tutte marroni e grigie grazie al fango argilloso degli appennini :)

In precedenza mi ero trovato molto bene con le Cascadia 5, con le quali ho percorso 900 km quasi esclusivamente su sterrato. I primi giri con la versione 6 ai piedi mi ha un pò spiazzato, sento la rullata differente, più dinamica, la scarpa mi sembra essere più scorrevole della versione precedente.

L'ammortizzazione è ottima, il DNA lavora indubbiamente bene, anche nelle discese più "pestate" le mie articolazioni seppur debolucce non soffrono particolarmente.

Le ho testate sul bagnato e sull'asciutto, su erba, su terra e sulle dolomiti. Paradossalmente la condizione di aderenza peggiore l'ho notata sull'asfalto :). Sulle altre superfici il feeling con la scarpa è ottimo, praticamente dove la appoggio si ancora ancora al terreno, nelle rare volte in cui non trova subito il grip rimane molto "sincera" e riprende rapidamente aderenza.

La nuova geometria ed il diverso disegno della suola lavorano indubbiamente meglio della versione precedente, dove sulle rocce umide a volte si perdeva di colpo aderenza.

Un'altra miglioria rispetto alla versione precedente è il sistema di allacciatura, i passanti sono distribuiti meglio e la scarpa non si aggrinzisce più come invece faceva prima, e rimane totalmente avvolgente intorno al piede, dando una sensazione di totale controllo sul movimento del piede che rimane sempre ben protetto.

Sono molto contento di queste scarpe, ed in generale di questa marca che uso anche nelle mie corse su strada, con altre marche (Mizuno e Salomon per non fare nomi) ero sempre alle prese con periostiti e tendiniti, da quando uso invece la brooks ho tritato senza grossi problemi fisici più di 2000 km.

Un bel risultato! Un bel paio di scarpe! Assolutamente consigliato!

- 7 giorni e 11 ore

e già inizio a sentirmi li in piazza in mezzo ad altri 600 runner (più quelli della prova in coppia).

Al momento sono focalizzato sull'attrezzatura, sul cercare di non dimenticarmi nulla e di portare tutto quello che mi potrebbe servire.Le previsioni non sembrano propriamente idilliache, essere ben coperti serve sopra i 2000 metri, dove il vento si fa sentire, l'escursione a Forcella Giralba di Sabato scorso mi ha insegnato molto.

Ieri sera mi sono studiato un pò i tempi di ascesa effettivi rispetto alla tabella di marcia di riferimento per terminare entro il tempo massimo e devo dire che nelle prime 5 ore ero in tabella.

Bisogna giusto verificare la tenuta sulla distanza, che a questo punto è l'incognita più grande.

Oramai le uscite appenniniche sono solo una transizione, hanno perso di significato, la testa è già lassù.

mercoledì 22 giugno 2011

- 9 giorni

.. il tempo scorre inesorabile e fin troppo velocemente, come testimoniato anche dalla mancanza di post su queste pagine.

Oramai i giochi sono fatti, quello che si poteva migliorare è stato migliorato. Ora manca solo il confronto diretto con il percorso, che è ancora da definire.

Spero di fare in tempo a postare qualche foto dell'ultimo week end, trascorso sulle salite intorno alle Tre Cime, giusto per farmi un pò l'idea.


Salita a Forcella Giralba incontrando Maurizio ed Alberto per addentrarsi in compagnia tra nebbia e vento fino alle lingue di neve che rendono ancora incerta la fattibilità del primo tratto di percorso.

Il giorno dopo da Misurina alle Tre Cime in solitaria, tempo buono e paesaggi spettacolari, peccato il sovraffollamento tra il Rifugio Auronzo (raggiungibile in macchina) e la Forcella Lavaredo.

Da mercoledì ci trasferiremo ad Auronzo, per un piccolo periodo distensivo prima della grande sfida che in fondo in fondo, è solamente una sfida con me stesso, da fare assieme ad altre 600 grandissime persone appassionate di corsa e di montagna!

domenica 5 giugno 2011

-26 giorni e 11 ore alla Lavaredo Ultra Trail

Oramai il grosso del lavoro è fatto, manca poco alla fine del piano di lavoro, ancora la prossima settimana di allenamento e poi la ricognizione del percorso il week end del 18-19 giugno, dopo di che..scarico completo e mantenimento fino alla partenza.
Dal primo di marzo, partenza ufficiale degli allenamenti per la LUT, ho macinato circa 1080 Km e 27200 metri di dislivello positivo.
Sono moderatamente ottimista, penso di potercela fare a finire la gara, intorno alle 20 ore, ma solo il test di metà mese mi darà la percezione esatta di quello che mi aspetterà.
Non sarà sicuramente una passeggiata, ma di certo sarà una grandissima esperienza, intanto... andiamo avanti!

venerdì 27 maggio 2011

Maggio legnoso

Non ho trovato termine migliore per giustificare queste tre settimane di assenza dal blog.

C'è stato tempo per tutto, sia nella corsa che nella vita, momenti di euforia e di tristezza, giorni di duro allenamento e giorni di allenamento pari a zero.

Mi sembra un percorso ben variegato se potessi descriverlo con l'altimetria di un trail, fatto di discese tecniche e salite dure, con pochi piani dove poter tirare il fiato.

Potrei sintetizzare con "Tutto è relativo" e, come sempre, continuare a spingere al mio massimo, per arrivare in cima all'ennesima salita.. perchè in fondo si tratta di una sfida, dove ovviamente non vale arrendersi.

sabato 7 maggio 2011

X-Socks - Calze al top

Pensavo che le calze contassero relativamente poco, fino a che ho provato sulla mia pelle l'efficacia delle calze in oggetto.

Certo, sicuramente il costo è superiore ai pacchi di calze di spugna in offerta al mercato rionale, però la qualità è di un altro pianeta.



Hanno diverse particolarità, innanzitutto hanno un verso, esiste la destra e la sinistra, in quanto la calza è fatta di materiali diversi a seconda della zona del piede, questo assicura una vestibilità sempre perfetta e si evitano i fastidiosi "grumi" che fanno le calze all'interno delle scarpe quando non sono proprio perfette sul piede.
Inoltre le calze sono elasticizzate e favorscono il riflusso del sangue dal basso verso l'alto, favorendo così, almeno in teoria, la circolazione del sangue stesso.
Quando il piede si bagna non trattengono per nulla acqua, per cui la sensazione anche dopo un guado è quella di avere il piede asciutto e la scarpa bagnata, questo previene una gran quantità di vesciche.

Personalmente me ne sono fatto una scorta, in modo da averle sempre ai piedi, ho praticamente abbandonato il calzino standard, sarà magari anche una questione psicologica ma mi trovo veramente benissimo e trovo che il polpaccio fasciato mi dia meno fastidio nella corsa e subisca una sorta di massaggio che alla lunga lo agevola nello sforzo.

Beh, cari amici, ora non vi resta altro che provarle, assolutamente consigliate!

Ecco il sito dove troverete altre info www.x-socks.com/

mercoledì 4 maggio 2011

L'Innominato Parte III

La belva cresce, il conto alla rovescia sta volgendo al termine. In questa serata di riposo podistico e di rigenerazione ecco che andiamo a visitare il gatto, ancora senza nome!

E' nettamente in forma, non smette di giocare nemmeno per un secondo, ma sembra quasi riconoscerci appena ci vede.

Conferma le sue doti di scalatore e lo scopriamo essere anche un animo battagliero, bene così! Eccolo qui, in una delle rare foto non mosse :)

martedì 3 maggio 2011

Naglfar e i pensieri

Spesso ci chiediamo cosa passa per la testa di un corridore nel corso di uno sforzo che si protrae a lungo, magari per tre, quattro, cinque ore o più ...

Pensiamo a quei momenti liberi passati sul divano senza aver davanti il Grande Fratello sullo schermo a LED da 60 pollici, quanti pensieri, quanti ragionamenti, quante idee che si accavallano una sull'altra.. figuriamoci mentre uno è li su una ciclabile, in un bosco.. ma cosa penserà mai?

La risposta è molto semplice e scontata, mi sembra proprio che il primo pensiero sia LA CORSA.

Non siamo di fronte a persone passive, ma a esseri che sono in continuo ascolto del proprio corpo, il respiro, il cuore, i legamenti, i muscoli, tutte quelle cose che in condizioni normali sono "a riposo" e che invece nella corsa risultano messe a dura prova.

A volte ci si arriva ad interrogare in maniera specifica per essere sicuri di non sottovalutare od ignorare nulla, applicando la propria esperienza ad ogni singolo passo e ad ogni singolo messaggio che arriva dalla struttura fisica.

Inoltre bisogna stare attenti anche al paesaggio, specie nel trail, ogni singolo sasso, pianta, buco, zolla di terra va analizzata e interpretata, in modo da utilizzarla al meglio per la spinta o anche solo per rimanere in equilibrio.

Il tutto inondato da un mare di musica, dove le canzoni sono le più adatte a quel particolare momento e dove anche le note devono andare in armonia con il paesaggio e con le sensazioni che avvolgono il corridore.

A volte si apre uno spiraglio di tranquillità in cui si affaccia qualche finestra di vita, qualche voce dal mondo normale, che probabilmente si è infilata in qualche tasca dello zaino. Mentre si corre è tutto diverso, più ovattato e stemperato, i pensieri veleggiano più in fretta e non si fanno infangare dai problemi, ma li osservano dall'alto e ne delineano meglio e più in fretta i contorni, prima di trovarsi di colpo concentrati a gestire una salita o a saltare da un sasso all'altro in discesa...

Stasera ... che sera!!!!

Avrei pagato anche qualcosa per vedere la mia faccia stupita, mentre mi toglievo il lettore mp3, che osservava incredula il numero sul display del garmin.

5:38 di passo medio!!!! Ero andato bene, sia in salita, dove avevo stretto i denti per non mettermi a camminare, che in discesa, dove ero riuscito a dare fluidità alla corsa...


.. ma mi immaginavo un tempo medio sopra ai 6 minuti a Km.. e invece ... !!!!!

Sicuramente nulla di che, però sono veramente contento e gasato. Mi sono anche studiato per bene il percorso della LUT scomponendolo fino alle singole salite/discese .. e non è poi così impossibile.

Ora finisco il mio allenamento combinato, lavatrice, stendino e poi finalmente... in branda! :)

domenica 1 maggio 2011

Sasso Marconi - Monte Adone - Sasso Marconi

L'uscita di oggi è stata interessante, anche se ho dovuto rivedere un attimo i miei piani a causa di un sonno ciclopico, che mi ha scombussolato tutti i piani del week end (scusa Pietro).

Il percorso è un tratto della Via degli Dei, il tracciato che collegava ai tempi dei romani le città di Bologna e di Firenze.

Ho lasciato la macchina a Sasso Marconi e da li mi sono diretto a quella che a mio avviso è la cima più bella del versante emiliano del tracciato, il Monte Adone.



Dal parcheggio ci si dirige sotto i ponti dell'autostrada e poi subito su un sentierino che porta ai Prati di Mugnano, da li si imbocca una carrareccia che attraversando boschi e prati porta fino alla base del Monte Adone.
A causa di un bivio un pò strano, dove due sentieri si dirigono verso destra (e andrebbe preso i primo, il più piccolo) prendo il secondo, più largo, e mi faccio una vallata in più, arrivando poi alla cima del monte dall'altro versante che non avevo mai affrontato (grazie al gentilissimo signore che mi ha fatto passare da casa sua per accorciare il giro).

Rimango quasi un quarto d'ora fermo in cima a gustarmi il panorama che, autostrada a parte, è mozzafiato, la cima si trova lungo il contrafforte pliocenico e sembra quasi di essere sul ciglio di un canyon.

Lascio una dedica sul quadernetto ben custodito dalla croce e poi ritorno indietro, seguendo il percorso corretto.

Ho avuto anche due incontri ravvicinati con dei cani, il primo ha fatto una mossa strana, sembrava quasi volesse farmi cadere, poteva sembrare un azzannamento del polpaccio, ma ho solo sentito la sua zampa sulla mia tibia.. mah, forse voleva solo giocare (si è guadagnato un pò di calci in culo da parte del suo padrone).
Il secondo invece era una specie di cane lupo bellamente libero che mi ha seguito per un pò, appoggiando il suo naso alla mia mano (ho temuto per un attimo il peggio).

Quindi tutto bene, molto simpatici i siparietti avuti con altri ragazzi, biker o trekker, con i quali si cercava sempre di trovare la via giusta :) E' stata proprio una bella uscita rigenerante!

venerdì 29 aprile 2011

Su e giù per la collina!

Ieri sera seduta di massaggi da Donato, mi hanno fatto molto bene, mi sentivo a posto quando stasera in ritardo causa impegno sul lavoro, mi sono cambiato per uscire a fare una sessione di allenamento in salita.

Partenza in ritardo, scrosci di pioggia e buio sono stati gli ingredienti che hanno generato una grandissima prestazione. Ovviamente non mi ero portato nessuna luce e nemmeno il mitico cappellino antipioggia che si rivela basilare in assenza di tergicristalli per occhiali :)

Le prime rampe mi hanno subito sovraffaticato, ma poi l'uscita si è protratta tra Pearl Jam e voglia di correre fino ad oltre un ora e mezza di tempo e lo sviluppo di seguito riportato.


Di fatto sono rimasto a non più di 2 km da casa, suddividendo in maniera diversa la collina antistante sia da un versante che dall'altro, con lunghezze e ritmi differenti.
Sono molto contento delle sensazioni provate, le gambe giravano davvero bene e il correre sullo sterrato bagnato mi ha aiutato a migliorare l'appoggio del piede a terra, che doveva essere il più efficace possibile pena perdita di trazione.

Sicuramente c'è ancora da lavorare in salita, ma mi sembra di fare dei passi in avanti, dovrei essere sulla strada giusta per riuscire a sopravvivere alla LUT !!!

martedì 26 aprile 2011

1000 KM !

Dopo un paio di settimane tra scarico e difficoltà psico-fisiche, ecco che stasera, quasi illuminato al rientro dalla corsa con Jack, mi dico... ma da inizio anno quanti km avrò fatto?

Il caso mi sorride e con i 20 km abbondanti di oggi il totalizzatore arriva a 1019,9!!!! Dal primo dell'anno i numeri sono importanti, almeno per un tapascione come me, 107 ore e 39 minuti di corsa, 78094 calorie bruciate e 23904 metri di dislivello. Visti così mi fanno quasi impressione.

Un'altra dose di ottimismo dopo giorni niente affatto facili sotto il punto di vista podistico, dove invece che intravedere la forma migliore, piano piano regredivo con le prestazioni diminuendo anche i km e caricando lo zaino con un pò di pessimismo.

Ma la reazione è arrivata, mai abbattersi, ed ancora una volta rieccomi a cercare di rincorrere quel livello di preparazione che mi potrà consentire di terminare la LUT nel migliore dei modi, magari sotto le 20 ore, ma soprattutto come un bel viaggio!

mercoledì 20 aprile 2011

L'Innominato II

Domenica scorsa siamo passati a trovare il gatto, che oramai è entrato di prepotenza anche nel blog!

E' stato molto attivo nella prima fase, denotando spiccate doti di arrampicata libera mentre si cimentava con la scalata alla cuccia, peraltro ben riuscita!

Si è dimostrato anche un vero top-model mentre, prima di addormentarsi come un sasso, si è lasciato fare un ricco servizio fotografico.



Un grazie ancora a tutti i volontari dell'Oasi Felina di Ozzano (http://www.fratellidizampa.it/) che con il loro lavoro tengono in perfetta forma tutti i mici "ospiti" e che sono sempre molto gentili con noi visitatori che alla fine in fondo in fondo rompiamo anche un pò le scatole !!

martedì 19 aprile 2011

Monte Baldo Trail

Su consiglio del mitico SkyWalker (che non sbaglia mai) eccomi proiettato nella realtà parallela di Assenza di Brenzone, paesino in prossimità di Malcesine, sulle rive del lago di Garda, ai piedi del Monte Baldo.

Il paesaggio è veramente splendido, la parte alta  del Garda è uno specchio d'acqua incastonato tra vette che raggiungono i 2000 metri .. ed il Baldo è una di queste.

Il Sabato mi concedo una uscita di studio di un'ora, mi proietto sul percorso 694 che da Assenza pretende di salire per oltre 2000 metri di dislivello fino al Rifugio Telegrafo. Io ho solamente un'ora a disposizione prima di cena, per fortuna! Mi prefiggo di fare 40 minuti di salita, ma sto già camminando dopo 10 minuti, la pendenza è veramente opprimente!

Ed eccoci arrivati al "main event" la domenica, sacrifico anche la visione del gran premio per fare un mezzo-giro abortito, un pò per la stanchezza un pò perchè non ho proprio visto una deviazione...



Morale della favola. ancora molto da lavorare su pendenze importanti sia in salita che in discesa, i lastricati di sasso in discesa mi hanno dato parecchi problemi, ma soprattutto ci vuole più potenza resistente in salita.

Al lavoro!

mercoledì 13 aprile 2011

L'Innominato - Attenti al gatto!

Un altro frammento della preziosissima scorsa settimana, quello che tra un mesetto sarà il nuovo arrivo a casa mia..... L'Innominato! Eccolo qui ritratto in una foto di una foto che lo ritrae :)



Eh si, nonostante gli sforzi ancora non si riesce a trovare un nome per questo piccolo batuffolo di pelo, ma vi posso assicurare che è un gatto!

Per la verità quando l'abbiamo visto domenica mi è sembrato piuttosto sovrappeso, ma non dovrebbe essere un problema, basta fargli fare un paio di mesi di allenamento e tutto andrà a posto :)

Con Mt abbiamo scelto anche di adottare a distanza una gattina dalla coda mozzata, Romana, che ci fa sempre un sacco di feste quando arriviamo al gattile.

Bene, dal pianeta gatti è tutto!

martedì 12 aprile 2011

Laddove il "dito" incontra il "piede"

Corriamo il rischio di dare per scontato troppe cose nella nostra vita, solo perchè non ci fermiamo ad analizzarle...
E' così che mi sono unito a quel gruppo di corridori del giovedì sera, rincorrendo all'interno della struttura ossea umana un senso di imprecisione opprimente, sanabile unicamente con il logorio mentale.
Una serata di sole, panorami splendidi, gente che cerca di riposarsi e di staccare la spina da una giornata di lavoro intensa, dai problemi del quotidiano. Gente che cerca su di un prato verde un angolo di natura in mezzo ad un mare di cemento.
Ma non basta, dal ponticello ligneo partono vere e proprie autostrade da correre, su piste ciclabili, su marciapiedi, su strade secondarie, in mezzo ai boschi. Sarà la connessione con i satelliti di Jack Maps ma tutto sembra diverso, forse anche lo stesso dolore alle gambe non è più importante.
Ripenso a quanto può sembrare assurdo alle orecchie dell'uomo della strada il rianalizzare concetti scontati, ma a volte ne abbiamo bisogno, per non ricadere nella più triste monotonia mentale; forse anche per capire la direzione nella quale stiamo andando.
Tutto partì così, rimasi nella loro scia, quasi senza farmi notare, in silenzio, ascoltando i loro discorsi spaziare lungo un palco che di volta in volta si tingeva di colori diversi e che chiamava alla ribalta i più disparati personaggi.
Li ho visti ritornare alla loro giornata con il sorriso dipinto sul viso e la felicità negli occhi, li ho visti sorridere mentre si davano appuntamento alla volta seguente, li ho visti salutarsi portando nel cuore qualche sorriso in più.
Sorrisi che forse erano celati sotto qualcosa di scontato, forse proprio là, dove il "dito" si congiunge al "piede", dove un dolore riesce anche a mettersi in silenzio per un attimo... lasciandosi portare via di corsa, attraverso luoghi e momenti dove tutto viene assaporato e nulla viene dato per scontato.
Il mio nome è poco importante, ma ho già salpato in passato mari in tempesta ed ora... forse ho necessità di sostare un poco in questo porto, alcuni mi chiamano Naglfar, altri invece si limitano ad allungarmi un whisky scozzese.

lunedì 11 aprile 2011

Ancora 3 mesi alla LUT...

E gli allenamenti continuano ad intensificarsi.
Oramai procedo in autonomia, secondo il ben conosciuto motto "Correre, correre, correre", e questa settimana ho infranto un muro molto importante, almeno per me.. quello dei 100km in una settimana.


Inoltre mi sono imposto di provare a fare un allenamento ogni giorno, anche se due sedute, quella di venerdì e quella di domenica, sono da considerarsi di scarico, giusto per abituarmi al lento che nella migliore delle ipotesi mi condurrà da una salita all'altra delle tre cime.


La settimana è stata ricca di spunti, dovrei scrivere un vero e proprio diario, ma cercherò nel corso della settimana di mettermi in pari con i ricordi e con i pensieri che hanno fatto capolino nel corso di queste 13 ore.

Da segnalare le due serate "IronMan" di Mercoledì con il grandissimo Maurizio e di giovedì con la premiata ditta J&J. Correre a fianco di queste figure mi fa sentire un povero bambino dell'asilo (podistico), ma è giusto così, ho ancora un sacco da imparare! C'è poco da dire, vanno più forte di me, inoltre corrono e nuotano.. nettamente di un'altra categoria!
Svuoto qui in questo post un sacco di grazie per queste splendide persone!

Termino qui il riassunto, vediamo se in settimana riuscirò a pubblicare qualche altro "reportage".

Intanto stasera RIPOSO! Non mi sembra neanche vero :)

lunedì 4 aprile 2011

Reportage settimanale!

Praticamente un paio di settimane dopo l'inverno... è arrivata l'estate! Temperature assurde che si fanno sentire un attimo ed una settimana abbastanza intensa di corsa.

La memoria non è più quella di una volta, riassumo brevemente le sensazioni rimaste dalla scorsa settimana, bella uscita il giovedì con Jack e Jo, rimanere al passo di questi due purosangue è una bella soddisfazione per il sottoscritto, un bel giro con tanto di dibattito alla "google maps", vai a scoprire le potenzialità nascoste dei tuoi amici runner!!!
Il venerdì ed il sabato due splendide uscite in solitaria per le vallate bolognesi, con un pò di salita e tanti chilometri tritati iniziando a focalizzare dei percorsi "trail" riutilizzabili e combinabili assieme in modo da fare tanti chilometri senza allontanarsi troppo da casa.
Per questa settimana mi prefiggo l'obiettivo di varcare la soglia dei 100 km settimanali, dopo che in Marzo ho frantumato il mio record di Km mensili con 373 e 7900 m di dislivello +.
Siamo ancora distanti dalla meta, ma il passo è quello buono.
Un saluto particolare agli "under 70" di Botteghino di Zocca che mi hanno aperto la fontana apposta e mi hanno fatto ridere un bel pò.. specie con l'MMS !!!! Dei grandissimi, chissà mai se li rivedrò, dubito che verranno a leggere il mio blog.. ma chissà. Intanto a loro, a tutti quelli che mi stanno vicino in questo periodo, alle persone che corrono e soprattutto a quelli che salutano e non corrono immusoniti, un grande grazie di esistere!! Le gambe macinano anche grazie alla vicinanza delle altre persone!
Nei prossimi giorni potrebbe fare la sua comparsa un mio vecchio amico.. e qui dovrei pagare il copyright a FurioForever.. ma chissà se riesco a convincerlo a tornare sul web.
Av salùt! :)

martedì 29 marzo 2011

Milano Marittima - Ravenna (un'altra settimana passata)

Settimana abbastanza tranquilla senza particolari lavori o carichi asfissianti, in vista dell'impegno domenicale che si è rivelato bello intenso, come da previsioni.

Di per se la Milano Marittima-Ravenna non costituiva un grosso ostacolo, percorso pressochè in piano e tempo favorevole, però i km non erano pochissimi e in più mi sono accollato l'onere di un riscaldamento da 6 km circa, giusto per gradire.
La gara è stata molto gradevole, ottima temperatura, quasi un pò troppo caldo quando si usciva dalle aree boschive.
Parto abbastanza tranquillo, cerco di tenere un passo intorno ai 5.30 e sento che le gambe girano bene, mi godo il paesaggio che alla lunga risulta anche un pò noioso, ma che per i primi km mi tiene impegnato. Soprattutto la presenza di quegli strani baracconi adibite a capanni da pesca, con le loro reti enormi, mi incuriosisce un bel pò.. mi domando cosa mai pescheranno in quelle acque torbide.
Nella seconda metà di gara trovo un buon paso intorno ai 5 e 20, che tengo fino agli ultimi 5 km dove la stanchezza si fa indubbiamente sentire e le gambe mi si iniziano ad irrigidire.
Concludo in un onesto 2 ore e 59, per me un ottimo risultato in una bella domenica diversa dal solito.
E dopo tutta questa pianura... si ritorna alla salita, mentre sto pianificando un sopralluogo ad Auronzo di Cadore, giusto per fare un pò di pratica sulla prima acesa.

mercoledì 23 marzo 2011

Villa Ghigi

Dopo 5 mesi ritorno nel giro infernale tanto caro a Jack, stavolta assieme a noi c'è anche l'inossidabile Gio.
Le premesse non sono delle migliori, 50 minuti per fare nemmeno 10km... in macchina! Un traffico pazzesco che mi fa arrivare già bello carico all'appuntamento alla baracchina.
Si parte subito in salita e tra un respiro e l'altro si discute sulla bontà dei gps, poi i temi spaziano un pò ovunque mentre le tenebre ci accolgono nel loro manto e rischiamo un paio di volte di venir spianati dai simpatici automobilisti che sfrecciano per le stradine collinari di Bologna.
Alla fine arriviamo tutti interi, felici e contenti.
Personalmente ho ritrovato un bel pò di carica con questo giro, mi ci voleva, siamo andati anche un pochino più forte del giro ad ottobre.. per cui posso andare in branda contento.
In attesa del prossimo giro con i due scavezzacollo sopra citati, ecco qui le statistiche del giro (m raccomando Gio, poi voglio vedere anche i tuoi responsi).

Un altro passo in avanti

Inizio a snobbare un pò troppo il blog, anche a causa di una connessione da casa penosa, però voglio lo stesso fare un resoconto della scorsa settimana, nonostrante il ritardo.



Un altro piccolo miglioramento sui km settimanali, anche se solo di 800 metri rispetto alla settimana prima :) con un pò meno dislivello.
Le gambe giracchiano ancora bene, inizio un pò a soffrire la mancanza di tempo, incastrare tutto è veramente difficile, ma per ora ce la si fa.
Il lungo della settimana è stato un interesante giro "alla ricerca della fontana funzionante" che mi ha portato a fare un bel pò di asfalto e di pianura. L'esperienza è stata comunque positiva, ho terminato con le gambe che chiedevano pietà, senza però nessun problema tendineo nè muscolare.
La strada è ancora lunga, ma tra poco tornerà la luce di sera, sarà tutta un'altra cosa.

domenica 13 marzo 2011

Monte delle Formiche!

Finalmente ce l'ho fatta, ho cambiato versante ma ci sono arrivato.. ma andiamo con ordine con il riepilogo della settimana:

I km continuano a salire, nella settimana sono arrivato a 91, con +2400 di dislivello. E siamo solo all'inizio.

Uscita clou della serata è stata quella di Sabato, con il mio fidato zaino e destinazione Monte delle Formiche.
Ho scelto di percorrere la Flaminia Minor, un sentiero molto bello nella prima parte con suggestivi passaggi sui calanchi, che diventa poi un pò noioso per l'eccessiva presenza di asfalto.

Nel sentiero che ho percorso (l'801) da segnalare una discesa lungo un torrente (segnata come EE) prima di Monterenzio dove i numerosi alberi caduti rendono ancora più difficile la discesa, sicuramente un tratto affascinante e particolare, ma magari da evitare se si vuole correre :)
Un altro tratto interessante la discesa single track dopo la parrocchia di Sabbiuno, una picchiata in sterrato molto carina, preludio di una lunga salita in asfalto.
Tra tutto comunque sono passati 33km in 4 ore e 39 con disl. +1500, un bell'allenamento anche se alla fine non avevo più molte energie per tritare altri km :)
Veramente un bel giro, panorami molto belli sulle colline bolognesi e poche macchine sui tratti asfaltati rendono questo itinerario più che consigliato!

lunedì 7 marzo 2011

Raidlight Olmo 20 Lt.

  
Comprato un pò di tempo fa, ecco che finalmente, dopo l'utilizzo di domenica, posto una recensione sul fratello maggiore dello zaino di Olmo (da 5 Lt).
Non volevo correre il rischio di avere poco spazio, allora mi sono detto "nel tanto ci sta anche il poco", buttandomi all'acquisto di questa versione da 20 Lt.
Effettivamente lo spazio non manca, all'interno c'è uno scomparto per una Camel Bag e un altro dedicato a tutto il resto. Nella parte frontale esterna c'è una bella tascona con velcro e laccio di chiusura che permette di incastrare dentro molta roba.
Ho corso praticamente con lo zaino vuoto, ma sia i lacci laterali che le fibbie superiori, consentono di comprimere il tutto in modo da non creare sbilanciamenti dovuti alle coe che vanno a spasso nello zaino per i fatti loro.
Non mi hanno dato molto fastidio le borracce infilate anteriormente sugli spallacci, anche se, a causa di un montaggio non proprio corretto, me le ritrovavo ogni tanto in mezzo ai piedi.. o meglio... in mezzo agli occhi :)
Rispetto al camel Bag il rifornimento è veramente di un altro pianeta e se, come è capitato a me alla fine, il fiato è poco e la sete è tanta.. si possono sfilare le borracce, levare il tappo e farsi calare nell'esofago un mezzo litro d'acqua tutto di un botto... e altrettanto sulla faccia.. ma è il  suo bello, con le cannucce dopo un pò mi girano gli zebedei.
Sicuramente un ottimo zaino che da la biada a quelli della maxicatena dello sport, ma d'altronde ha anche il suo costo, molto leggero e comodissimo sulla schiena, il materiale è traspirantissimo.
Ottime anche le piccole tasche sparse un pò ovunque, devo ancora capirne bene la localizzazione perchè alcune si raggiungono un pò alla cieca, ma consentono di incastrare qualsiasi cosa di piccole dimensioni, io ci ho messo barrette e gel, oltre che i relativi involucri una volta consumati, in attesa di incrociare il primo bidone dell'immondizia.
Per il momento non ho ancora capito dove si agganciano le bacchette (ma probabilmente sono stordito io perchè è una caratteristica presente nella scheda tecnica) e non ho capito come fare ad agganciare saldamente la piccola bag in più che mi sono comprato, però sono molto contento dell'acquisto, sicuramente un buon compagno di viaggio!

Ecco nostra Signora ... anche se nel 2010

http://www.youtube.com/watch?v=ZUMwTjLcHTg&feature=related

Un filmato un pò lungo... ma d'altronde non si tratta di una gara breve.....

LUT (-117) Diario di bordo

Un breve riepilogo delle attività del week end.

Sabato 17 Km con il Ninnus - Teatro della corsa è l'oramai inossidabile Castel Dè Britti, su per la Chiesa vecchia, giù verso ozzano e salitone verso Ciagnano, con annesso ritorno.
Un bel giro, con le gambe ancora imballate dall'uscita del giorno prima!

Domenica 24 Km in solitaria - Zaino raidlight in spalla (battesimo del fango per lui) e via per i sentieri, cercando la via sul Crinale tra la valle di Zena e quella dell'Idice verso la Madonna delle Formiche. Impresa fallita tra il fango e i sentieri tracciati dai cinghiali in prossimità di un corso d'acqua reso impenetrabile dai rovi.
Poco male, torno indietro e vado sull'altro versante, quello della Flaminia Minor e ritorno indietro passando da Settefonti (una bella salita da quasi 4 Km, anche se su asfalto) per arrivare poi di nuovo a CdB.

Tutto sommato molto bene, iniziano ad aumentare i Km ma mi sembra di riuscire a reggere il colpo, sono ottimista, avanti tutta!

venerdì 4 marzo 2011

Riepilogo ...

Un bel pò di giorni senza blog e con un piccolo periodo di scarico con solo 25 km la scorsa settimana e per ora solo 39 in quella corrente.
In mezzo c'è stato però un bel week end rigenerante sulla neve delle dolomiti, dove comunque ho avuto modo di camminare un paio di giornate.
E' iniziato il periodo di avvicinamento alla LUT e nei prossimi 3 giorni mi aspettano 3 allenamenti, se contiamo che stasera mi sono fatto una bella uscita con Jack e la Gio per più di 17 km gli allenamenti di fila diventano 4.
E lunedì ci dovrebbe essere anche l'appuntamento con la nuotata.
Le sensazioni per ora mi sembrano buone, la voglia di correre è ancora tanta e non ho dolori particolarmente preoccupanti, non vedo l'ora di farmi l'uscita di domenica che dovrebbe essere da almeno 3 ore e, finalmente, con una giornata di sole!
Quando arriva questa primavera? Chissà ...

sabato 19 febbraio 2011

Castel de' Britti - Alla ricerca del castello

Ieri giornata interlocutoria, un medio a bassa velocità al Parco dei Cedri, con frontale e fango a terra, un oretta con 11.4 km e 5:20 di passo medio, niente male considerando che una metà del giro sembra una pista di pattinaggio.


Ed ora parliamo di oggi:


Questa mattina invece un bel sole attende me ed il mitico Ninnus per un bel giro da "sfondamento", detto fatto, partiamo per una serie di ripetute in salita qui per andare alla chiesa, alla terza cambiamo modalità di allenamento e cerchiamo di raggiungere il Castello di Castel de' Britti.
Iniziamo a fare un pò di salite e discese per le colline, praticamente tutto asfalto ma giro affascinante e ricco di spunti di riflessione, un pò a 360°: lavoro, rapporti interpersonali, boiate varie, allenamenti podistici il tutto con il fiato rotto dallo sforzo.
Non riusciremo nemmeno a salire al castello, visto che è proprietà privata, ma questo ci porterà a fare un interessantissima deviazione che ci porta appena sopra ai calanchi con una vista mozzafiato sulla valle dell'Idice.

La cosa bella è che io sto preparando la LUT e lui la Maratona di Berlino.. due grandi sfide per l'anno 2011, alla fine i nostri allenamenti bene o male cercano di soddisfare l'esigenza comune: CORRERE!

S.Lazzaro-S.Luca

Recupero un pò di giorni di assenza, per raccontarvi questa uscita che mi ha dato delle belle sensazioni. Approfittando di una serata libera mi reco con la macchina a S. Lazzaro con l'obiettivo di far girare un pò le gambe e fare una ventina di km.
In questi casi mi vengono in mente le cose più strampalate, in questo caso di tagliare completamente Bologna, passando da Piazza Maggiore, per arrivare al Santuario di San Luca con la sua bella salita.
Parto un pò timoroso, vista anche la pioggia, ed attacco la ciclabile prima e poi le vie del centro, utilizzando poco i portici per non fare perdere il segnale al GPS :)
Tutto fila abbastanza liscio fino alle Orfanelle, il punto più tosto della salita, dove mi fermo a camminare, anche per paura di rimanere senza "benzina" a 15 km dalla macchina. Arrivo su in cima, noto che ho già percorso 14 km, quindi inizio a centellinare le risorse, mi faccio una bevuta alla fontana e mi faccio un gel (quello omaggio della Ronda Ghibellina) e poi via, ancora attraverso Bologna e poi .. bingo ! Sbaglio un bivio e allungo di 5 km il percorso... appena me ne accorgo il morale crolla a terra, un attimo di analisi della situazione e capisco che l'unica soluzione è riprendere a correre :)
Alla fine arrivo contentissimo alla macchina dopo 33 km :) Ecco il dettaglio qui sotto

lunedì 14 febbraio 2011

Iscrizione LUT 2011!! (Giro S.Lazzaro incluso)

Finalmente dopo un pò di cadute di server ecco che risulto iscritto alla LUT 2011!!!

Maggiori informazioni su www.ultratrail.it .

Da Marzo scatta la preparazione e i prossimi mesi, fino a fine Giugno, saranno via via più tosti e qui sul sito si susseguiranno i commenti sulla mia preparazione all'evento.

Stasera, in compagnia di Enzo, abbiamo fatto un bel giro per San Lazzaro lungo le piste ciclabili, ci siamo divertiti un bel pò, il tempo è volato e le gambe anche!

Finito il giro mi sono dato, come oramai capita ogni Lunedì, alla piscina, dove ce l'ho fatta a non bermi tutto l'acquedotto di Ozzano e a completare il mio primo km in vasca!!! In un tempo eterno, con almeno una sosta a vasca, ma per me è stato un successo!

domenica 13 febbraio 2011

Lunghino...

Oggi non è andata proprio come previsto, cercavo un'uscita bella lunga, tanto da pianificare un ritorno in pullman invece, complici i soliti lavori di casa, sono partito un pò troppo in ritardo e la giornata non nitidissima mi ha consigliato di rivedere i piani, tornando a casa in perfetta sincronia con il calare delle tenebre.
A dir la verità la serata al "+ Pizza" di ieri mi ha appesantito moltissimo, gambe imballate, stomaco appesantito.. insomma già le prime sensazioni non erano delle migliori, arrivato sulla prima salita il crollo è stato totale!
Ma si, è domenica, andrà meglio la prossima uscita!

Iscrizione LUT 2011!!

Domani aprono le iscrizioni della LUT .. ore 8 ... mi sveglierò presto per essere sul pezzo pronto a cliccare tra i primi!!!

Quest'anno chiederanno anche il curriculum, dovrei essere a posto per poter partecipare, ma la risposta l'avrò solo nei prossimi giorni.. spero proprio di essere ammesso!

Intanto oggi vediamo di andare a fare un pò di allenamento.. giusto per non perdere il ritmo :)

martedì 8 febbraio 2011

Castel de' Britti!!!!!

Primo giro nell'orbita del mio nuovo appartamento. Seguendo l'istinto degli ultimi giorni, che mi porta a fare dislivello, eccomi qui che dopo un pò di giri praticamente intorno alla casa per scaldarmi un attimo, mi infilo su per la via che porta alla parte alta del paesino, una bella salitina con pendenza media che si aggira intorno al 10% (a secondo di come tira il culo al GPS), con uno strappo finale da cardiopalma.

Ho paura che ci trascorrerò diverse ore su questa salita, non è eccessivamente trafficata, è proprio vicino a casa, porta a un paio di sentieri ancora da esplorare e, ultima ma non meno importante, ha una FONTANAAAA! D'estate sarà il top.
Sono rimasto molto contento e soprattutto l'ultimo chilometro scarso tirato a 4:07 mi ha dato una bella carica, tenuto conto delle salitelle che mi sono sciroppato.
Oggi è stata una giornata veramente pesante per il morale, nell'ante-corsa, cercavo qualche stimolo positivo proprio nell'uscita serale per cercare di risollevare un pò lo spirito.
D'altronde non può essere tutto in discesa... e per la salita mi sto allenando! :)
F

Piscina!!!

Stasera relax, allora con il Ninnus e Claudio ci siamo trovati in piscina, dove qualcosa sono riuscito a fare, oltre che divertirmi!
Grazie ai consigli e alla pazienza di Claudio mi sono fatto 30 vasche, quasi mai nessuna completa dall'inizio alla fine, ma per uno scarso di tecnica come me è già un successo, soprattutto per le mie gambe che abbandonano le superfici solide almeno per una volta.
Peccato non avere le branchie, con tutta l'acqua che bevo sarebbero molto utili!!!!
Conto di andarci ancora, come scarico sento che va molto bene!
Alla proooox

domenica 6 febbraio 2011

Ripetute in salita

Oggi giornata soleggiata e .. ritorno in maniche corte!!! Splendido, una sensazione che avevo oramai dimenticato.
Viste le scarse performance in salita mi sono creato un piccolo "gioco" per stimolare gambe e mente, 4 serie di ripetute in salita, ognuna composta da 3 sezioni, 30 secondi, un minuto, due minuti, con relativa discesa di corsa lenta al punto di partenza. Visti i miei limiti non sono riuscito a tirarle tutte come avevo in testa, ma ne ho alternata una lenta a una tirata, sempre facendo però attenzione a spingere bene in salita.
Tenendo conto che è il terzo allenamento di fila sono contento, poi con questo sooooleeeeee!

sabato 5 febbraio 2011

Sole e neve!

Finalmente si ritorna agli allenamenti! Tralascio per mancanza di tempo il medio di ieri sera, un ora secca corsa a 4:54 a km. Tutto in piano, ma utile a rimettere in moto le ossa dopo la Ghibellina e dopo il massaggio.
Quest'oggi invece, complice la giornata straordinaria, mi sono fatto un giro nel Parco dei Gessi partendo dalla mia nuova casa (Castel de Britti) e andando in direzione del Monte delle Formiche.
Ho trovato anche un bel pò di neve, ma la temperatura era splendida e il sole scaldava di brutto. Complice il lettore mp3 che non ne voleva sapere di accendersi ci ho dato dentro con la macchina fotografica facendo foto e video che adesso vedrò di pubblicare da qualche parte.
Ancora in salita fatico troppo, devo fare delle sedute di potenziamento perchè quando la pendenza aumenta mi schizza fuori il cuore dalla gola.
Uscita bellissima comunque e domani credo proprio di replicare!

martedì 1 febbraio 2011

Ronda Ghibellina - Riepilogo

Ecco un breve resoconto del mio primo Trail di una certa lunghezza, la Ronda Ghibellina.

Certamente le condizioni climatiche non sono state clementi, e la pioggia della partenza si è subito trasformata in neve appena abbiamo guadagnato quota.
Da li in poi è stata una lotta contro il freddo, la pioggia, il vento e la neve che ci hanno messo a dura prova, ma non sono riusciti a fermarci!

Ho affrontato la gara con molta cautela, timoroso dei risvolti che una distanza simile avrebbe potuto avere sul mio fisico, per cui ho tenuto a bada l'entusiasmo al via e subito ho ridotto la mia seppur blanda andatura.
Il percorso era per la stragrande maggioranza su sterrato, ricco di single-track e passaggi resi ancor più tecnici dall'acqua onnipresente e dal fango, i paesaggi erano stupendi già con il brutto tempo, chissà in primavera con il sole!

Bazzicando nelle retrovie ho avuto modo di godermi la cosa più bella a mio avviso del trail (visto che il panorama era per la maggior parte acqua-nebbia-fango) i trailer!
Un saluto a tutti i partecipanti ed in particolar modo ad Adriano, Max, al signore che ha fatto l'UMTB al quale ho dato un quarto d'ora e a tutti gli organizzatori, in particolare quello che alle due di notte passò sotto le finestre delle Santucce!!! :)

E' stata un'esperienza veramente spettacolare anche se forse l'organizzazione andrebbe perfezionata in alcuni punti ma, viste le condizioni atmosferiche veramente al limite, direi che il merito della riuscita della festa è da attribuire
proprio allo staff ed ai volontari, che ci hanno accolto sempre con il sorriso.. e con il the caldo.
Alla prossima gara!

giovedì 20 gennaio 2011

Ultime corse a Bologna

Riepilogo stasera le due ultime uscite, la prima che vedete ed anche la più interessante dal punto di vista podistico, è quella di due giorni fa, la seconda invece è quella di questa sera.

Nella prima ho completato un progressivo interessante (per me) tra il Parco del Savoia e quello di San Donnino, mentre nella seconda sono andato un pò a zonzo fino ad oltrepassare la cerchia dei viali giusto per fare girare un pò le gambe a ritmo blando.

Il giorno fatidico sta arrivando, lunedì traslocherò per andare a Castel de' Britti, dove il trail è a portata di mano!!!!

Mi spiace comunque lasciare questo quartiere, nel quale vivo da quando sono arrivato a Bologna (Luglio 2007), ma sarò comunque qui vicino .. quindi... nessun magone e avanti tutta!

... e intanto -10 alla Ronda Ghibellina!

lunedì 17 gennaio 2011

Ronda Ghibellina!

Iscrizione completata!!!!! Ecco qui la mia prima maratona... ed è un trail... non vedo l'ora di massacrare le mie articolazioni su questo interessante tracciato! :)

Le salite mi sembrano abbordabili, al di la delle pendenze hanno un dislivello di 400 mt max... ce la dovrei fare!

Una di queste sere mi studio il passo da tenere.. per sopravvivere!

domenica 16 gennaio 2011

Versione Demo di un Trail

L'uscita di questa mattina è stata a dir poco fenomenale, volevo far conoscere al caro Ninnus le meraviglie del Trail... e sinceramente non avrei mai potuto immaginare che gliele avrei fatte conoscere tutte assieme!!!

Si parte da Castel de' Britti, un paio di km lungo l'Idice e poi via, salita massacrante con fanghiglia pesantissima e incontro evitato di qualche centimetro con un cinghiale! Arriviamo in cresta, nebbia totale, 10 mt di visibilità e via in discesa, sbagliamo strada, chiediamo informazioni e poi ritorniamo sull'asfalto, diretti verso casa... già il giro da un ora diventa giro da "tempo indefinito".

Il sottoscritto si ricorda una bella variante e via, altra salita, questa meno fangosa, coronata anche dal diradarsi della nebbia, ritorno sul crinale e poi ... passaggio sotto le recinzioni di Ca' Maleto (sempre nei nostri pensieri), con corsa finale in discesa nei pratoni intrisi d'acqua per un finale praticamente balneare!!!

Gli ultimi chilometri servono solo a far asciugare un pò le nostre zampe e farci passare tutti i dolori grazie alla vista della vallata dell'Idice invasa dal sole... praticamente un trionfo!!!!

Veramente un bel giro, ottima compagnia, come sempre.. e grandi prestazioni, visto che entrambi siamo un pò acciaccati (maledette bendellette!).

Alla proxxxxx

sabato 15 gennaio 2011

Ronda Ghibellina

Uscita tranquilla, per la prima volta sulla Collinetta del Mac Donald's!!!

Incastonata tra due strade piuttosto trafficate, solo la mia testa può identificare questo mucchio di terra come un luogo dove allenarsi.

Ci sono addirittura un paio di panchine e dei lampioni, ma si, va benissimo, ci faccio otto giri, alcuni più veloci altri più lenti dove mi diverto un pò a tirare un pò a riprendere fiato.

Mentre giro come un criceto, maturo la mia decisione di partecipare alla Ronda Ghibellina da 43 km, (http://www.rondaghibellina-trail.com/) giusto per fare un pò di Curriculum per la LUT (che da quest anno si riserva di esaminare l'esperienza degli iscritti prima di accettarne la partecipazione).

Intanto ne ho approfittato anche per utilizzare per la prima volta le Cascadia, che mi hanno dato buone sensazioni, domani le porterò su anche a Castel dè Britti, dove assaggeranno un terreno (e un bel pò di fango) più impegnativo.

I dolori intanto stanno dimenuendo, è proprio vero, le Salomon XT non vanno d'accordo con i supinatori!

giovedì 13 gennaio 2011

Caricare un itinerario sul Garmin

Quante volte vi sarà capitato di perdervi affrontando un percorso nuovo?
Bene, ho trovato un aiuto, molto comodo per tutti i possessori di un garmin.

Ingredienti

> Connessione ad internet
> Garmin 305 (o equivalenti)
> Programma TCX Converter

Tutto inizia su google maps, dove potete utilizzare la funzione "indicazioni stradali" per pianificare il vostro itinerario.
Una volta individuato per bene il percorso basta cliccare in alto a destra, appena sopra la mappa, il collegamento denominato "link"
Fate copia ed incollate direttamente in un'altra finestra del browser l'indirizzo così ottenuto ed aggiungete in fondo la stringa seguente (senza apici) "&output=kml"
Se avete fatto tutto correttamente vi apparirà una finestra che vi chiederà dove salvare il file.
Salvato questo file (formato kml) dovete aprirlo con il TCX converter, selezionando il bottone "apri file".
A questo punto il tcx converter riuscirà, con l'opzione "salva come TCX", a fornirvi il file pronto per essere dato in pasto al garmin training center e da li, normalmente, al Garmin 305.


A disposizione per qualsiasi informazione!

Buona corsa!

mercoledì 12 gennaio 2011

Si torna alla normalità!

Passate le feste tra mangiate ciclopiche, allenamenti discontinui e una totale assenza dal blog rieccomi qui!

Una bella corsetta dopo aver svaligiato ieri sera il Free Run ed aver preso un altro paio di Glycerin per mettere un pò a riposo il paio vecchio che oramai ha accumulato 800km.

Le Glycerin nuove sono una cosa spettacolare, il sistema DNA assorbe benissimo i colpi e anche la mia mezza periostite latente non ha dato fastidio, anche se mi sono fatto un bel pò di asfalto.

La media è interessante, di poco superiore ai 5 a km, che al momento sono il mio obiettivo della mezza, direi proprio che si può fare.

Bene, trasloco permettendo si può riprendere seriamente gli allenamenti, vista anche l'iscrizione fatta alla Milano Marittima-Ravenna Off Road, una 32 km fuori strada che si terrà a fine Marzo.

Ci do dentro e vi lascio con alcune righe di uno degli artisti che ho conosciuto correndo, grazie al fenomenale lettore Mp3 (grazie Mt!!!) , un tale Davide Van De Sfroos.  A prestoooooo.

E scùlta el veent che pìca la pòrta
cun in cràpa una nìgula e in bràsc una sporta
el diis che g'ha deent un bel regàal
me sa che l'è el sòlito tempuraal...
E scùlta i spiriti e scùlta i fulètt
che rampèghen söel müür e sòlten föe del cassètt
g'hann söe i vestii de quand sèri penènn
i ne vànn e i ne vègnen cun't el büceer del vènn